Problema
graffiti1Le vernici, gli inchiostri, ecc. utilizzati per effettuare i graffiti penetrano all’interno della porosità dei materiali, rendendo la loro successiva eliminazione particolarmente difficile.

Il problema principale per questo tipo di degrado, sempre più diffuso nei centri storici e nelle grandi città, risulta essere la fase di pulitura dei materiali, in quanto questa necessita sempre di un’azione meccanica, fondamentale per estrarre il pigmento dalla porosità interna del supporto.

L’utilizzo indiscriminato di macchine in grado di pulire meccanicamente l’imbrattamento vandalico, spesso coincide con un’alterazione e danneggiamento del materiale stesso, con effetti dannosi di corrosione e abrasione ben più gravi del graffito presente.

Soluzione
Per questo tipo di problematica la prima operazione da compiere in presenza di materiale poroso sporco da graffiti, è la rimozione dell’imbrattamento vandalico; per questa fase CIR ha formulato dei remover specifici in grado di disciogliere i pigmenti delle vernici utilizzate.

I remover sviluppati da CIR, grazie alla loro fase gel, permettono di agire gradualmente sul supporto e con tempi di contatto lunghi, in modo da poter intervenire anche su imbrattamenti stratificati nel tempo.

Inoltre le superfici esposte al rischio di essere imbrattate devono essere opportunamente protette con specifici prodotti in grado di impedire alle vernici di penetrare all’interno della porosità grazie alla formazione di un diaframma tra il materiale e l’ambiente esterno.

I requisiti richiesti per questo tipo di applicazione devono essere:

  • Ampio spettro di azione nei confronti delle vernici
  • Compatibilità con i materiali trattati
  • Bassa tossicità per l’operatore e l’ambiente
  • Rispetto delle caratteristiche fisiche ed estetiche dei materiali trattati

CICLO DI INTERVENTO

  • Stendere ECO 7G per alcuni mm sopra l’imbrattamento
  • Attendere 30 – 40 minuti
  • Risciacquare la superficie con acqua in pressione
  • Se persistono alonature applicare NO OMBRE, lasciandolo agire e risciacquandolo come fatto precedentemente con ECO 7G
  • Applicare sulla superficie asciutta lo specifico protettivo ECO PMC 2000 e ANTIGRAF PERMANENT
VANTAGGI SOLUZIONE CIR
La soluzioni proposte da CIR permettono di agire su varie tipologie di materiale soggetto al rischio di imbrattamento vandalico, rispettandone le caratteristiche fisiche ed estetiche.

I remover CIR sono completamente ecologici e non dannosi per l’ambiente e per l’operatore, oltre a garantire dei vantaggi importanti in fase di pulitura grazie ai principi attivi a lenta evaporazione che costituiscono i prodotti.

Le soluzioni proposte da CIR presentano i seguenti vantaggi:

  • RISPETTOSE DEI MATERIALI TRATTATI
  • ECOLOGICHE, RISPETTOSE DELL’AMBIENTE E DEGLI OPERATORI
  • SI INTEGRANO FRA DI LORO IN MODO DA PERMETTERE INTERVENTI AD AMPIO SPETTROSU MOLTEPLICI CASISTICHE
IL TECNICO CONSIGLIA
In fase di pulitura e rimozione degli imbrattamenti vandalici è fondamentale utilizzare l’idropulitrice professionale a pressione controllata, al fine di coniugare una duplice azione pulente, sia fisica che chimica.

CONTATTACI PER CONSULENZA O SOPRALLUOGO GRATUITO: ufficiotecnico@circhimica.it